Sportello Alzheimer, una realtà territoriale imprescindibile

Aiuti concreti

Sportello Alzheimer dell’ospedale di Niguarda

A metà settembre 2017, ho proposto e ottenuto l’approvazione tramite delibera avente ad oggetto un accordo di collaborazione fra il Comune di Milano — Area Municipio 9 e l’Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda finalizzato alla realizzazione del progetto denominato “Sportello Alzheimer, una realtà territoriale imprescindibile”.

Dopo aver incontrato personalmente i beneficiari del servizio, e aver constatato la significativa esperienza in campo socio-sanitario dell’attivazione di uno sportello informativo, dedicato ai caregiver di pazienti con decadimento cognitivo al fine di coadiuvarli nel loro bisogno di acquisire informazioni e competenze sulla gestione della malattia, è nato subito il desiderio di non solo rinnovare la collaborazione con l’ospedale Niguarda, ma implementare tale progetto.  

Infatti, tra gli obiettivi che sono stati considerati come più prioritari dalla nostra giunta, rientrano quelli relativi all’ambito dei servizi alla persona, nel desiderio di attuare concreti aiuti di sostegno alle famiglie che amorevolmente si prendono cura dei propri cari affetti da disabilità fisica o psichica promuovendo attività di informazione e supporto al malato così come ai suoi famigliari.

Il progetto Sportello Alzheimer

Il progetto si prefigge l’obiettivo di consolidare l’esperienza realizzata, dal 2010 ad oggi e, al contempo, potenziarla attraverso l’incremento del numero di ore di apertura dello sportello e lo sviluppo di un’attività educativa e di prevenzione rivolta alla cittadinanza, con particolare riferimento agli stili di vita che riducono il rischio di malattia e all’identificazione di fattori protettivi per un invecchiamento fisiologico.

Il potenziamento dello “sportello Alzheimer”, consiste principalmente nel tentativo di offrire un servizio sempre più personalizzato di accoglienza, ascolto, orientamento e valutazione, perché ogni paziente e famiglia, sia considerata e accompagnata nella sua unicità e nei suoi specifici bisogni, garantendo quindi un luogo sempre più attento e pronto, umanamente e professionalmente, a trovare la più efficace modalità, caso per caso, di sostegno e assistenza. Per questo sono stati predisposti diversi strumenti per rendere più efficiente il servizio, quali:

  • garantire un accesso alle informazioni tramite l’apertura di una linea telefonica dedicata, operativa nelle giornate in cui è disponibile il servizio;
  • appuntamenti per informare i famigliari sulla malattia e le strategie di gestione al domicilio del paziente affetto da deterioramento cognitivo;
  • orientare la famiglia per introdurla verso la rete di servizi presenti sul territorio che possono assistere efficacemente il paziente.

Si è inoltre ottenuto un aumento delle ore di apertura dello sportello, con sede presso l’Ospedale Niguarda, a due giorni alla settimana dalle ore 14.00 alle ore 18.00.

A partire da gennaio 2018 si è attuata un’implementazione delle attività con una funzione, aggiuntiva rispetto a quelle previste nelle fasi iniziali, finalizzata a diffondere, in un’ottica di prevenzione, conoscenze relative ai fattori protettivi per un invecchiamento fisiologico e agli stili di vita che riducono il rischio di malattia. A questo scopo sono previsti incontri e iniziative di informazione collettiva della cittadinanza. ln tal caso, il nostro Municipio 9 si occuperà di tutti gli aspetti logistici/organizzativi mentre l’ASST Niguarda metterà a disposizione gli esperti in materia.

Per assicurare una necessaria serietà per la messa in opera di tale servizio, abbiamo naturalmente previsto un sistema di monitoraggio, sia da parte del municipio 9 che dagli operatori dell’ospedale Niguarda, coinvolti nel progetto. Per l’attuazione di questo servizio, il Municipio attraverso un contributo pubblico corrisponde all’ospedale Niguarda 10.000 euro annui.

La giunta ha deliberato positivamente rispetto al progetto e alle linee guida proposte, dando così immediata esecuzione al provvedimento.

Allo Sportello Alzheimer vi si accede gratuitamente e senza appuntamento  il Lunedì pomeriggio dalle 14 alle 18 e il Venerdì mattina dalle 9 alle 13 c/o Centro di Neuropsicologia Cognitiva Padiglione 16 (Rossini) Primo piano ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (Stessa sede del Centro per i Disturbi Cognitivi e Demenze CDCD). Telefono 02 6444 4055

 

Deborah Giovanati

Deborah-Giovanati-Candidata-regione-lombardia-2018

Determinata, forse ogni tanto un po’ troppo testarda, sicuramente pragmatica e con la voglia di non arrendersi mai.
Sposata con Paolo, mamma di 3 figli maschi monellissimi e vivo una vita sempre di corsa e trafelata.
Mi occupo di politica con la stessa passione ed entusiasmo che metto nella mia vita personale.
Sono convinta che non bisogna “rimanere al balcone” della vita ma giocarsi nella realtà, con gli strumenti che questa mette a disposizione.

Sportello Alzheimer, una realtà territoriale imprescindibile ultima modifica: 2018-02-02T15:57:43+02:00 da Deborah Giovanati